fbpx

Perdere peso: perché si ingrassa

Home » Dieta » Perdere peso: perché si ingrassa
Perdere peso: perché si ingrassa 2019-01-11T10:39:00+01:00

Numerosi nutrizionisti, dietologi, dietisti, credono che il corpo umano sia come una caldaia, da un lato l’energia in entrata, ovvero i cibi, dall’altro il dispendio energetico, ovvero metabolismo basale e varie attività sportive, lavorative, ecc.

Si crede che le persone grasse mangino troppo o facciano poco esercizio fisico.

Non è proprio così; l’aumento della massa adiposa è dovuta anche all’energia immagazzinata in modo anomalo da meccanismi metabolici azionati da scelte metaboliche sbagliate.

Chiarendo i principi di qualità e quantità, vedremo che le persone non ingrassano solo perchè mangiano troppo, ma soprattutto perchè mangiano male.

E’ importante sapere come e quando introdurre determinati alimenti. Ad esempio, prendiamo dieci porzioni di cibo che hanno un preciso apporto calorico. Cambiando l’ordine di assunzione degli stessi, cambia il risultato, ovvero  a seconda di come vengono usati, a parità di calorie, il soggetto può prendere peso o perderlo, e parliamo sempre della stessa identica quantità di cibo introdotto.

L’iperinsulinemia, cosa è?

E’ un problema metabolico basato sull’ipersecrezione di insulina da parte del pancreas.

Da anni si sa’ che l’obesità è legata all’iperinsulinemia, i soggetti in sovrappeso e gli obesi sono individui in cui il pancreas soffre di una disfunzione più o meno importante. In una persona magra la dose d’insulina che il pancreas secerne è sempre proporzionale al valore della glicemia. Al contrario, nella persona in sovrappeso, dal momento in cui si è raggiunto il picco di glicemia, il pancreas per ripristinare il livello di glicemia, secerne troppa insulina.

L’iperinsulinemia è responsabile dell’aumento del peso, in quanto avvia la lipogenesi, processo metabolico che porta l’organismo ad immagazzinare grassi, piuttosto che ossidarli e utilizzarli in modo migliore.

Ecco perchè si dice che una persona magra   “brucia” di più rispetto ad una persona grassa. Quindi se il consumo di glucidi complessi riduce l’iperinsulinemia di conseguenza contrasta l’aumento di peso e avvia il dimagrimento.

Numerosi nutrizionisti, dietologi, dietisti, credono che il corpo umano sia come una caldaia, da un lato l’energia in entrata, ovvero i cibi, dall’altro il dispendio energetico, ovvero metabolismo basale e varie attività sportive, lavorative, ecc.

Si crede che le persone grasse mangino troppo o facciano poco esercizio fisico.

Non è proprio così; l’aumento della massa adiposa è dovuta anche all’energia immagazzinata in modo anomalo da meccanismi metabolici azionati da scelte metaboliche sbagliate.

Chiarendo i principi di qualità e quantità, vedremo che le persone non ingrassano solo perchè mangiano troppo, ma soprattutto perchè mangiano male.

E’ importante sapere come e quando introdurre determinati alimenti. Ad esempio, prendiamo dieci porzioni di cibo che hanno un preciso apporto calorico. Cambiando l’ordine di assunzione degli stessi, cambia il risultato, ovvero  a seconda di come vengono usati, a parità di calorie, il soggetto può prendere peso o perderlo, e parliamo sempre della stessa identica quantità di cibo introdotto.

L’iperinsulinemia, cosa è?

E’ un problema metabolico basato sull’ipersecrezione di insulina da parte del pancreas.

Da anni si sa’ che l’obesità è legata all’iperinsulinemia, i soggetti in sovrappeso e gli obesi sono individui in cui il pancreas soffre di una disfunzione più o meno importante. In una persona magra la dose d’insulina che il pancreas secerne è sempre proporzionale al valore della glicemia. Al contrario, nella persona in sovrappeso, dal momento in cui si è raggiunto il picco di glicemia, il pancreas per ripristinare il livello di glicemia, secerne troppa insulina.

L’iperinsulinemia è responsabile dell’aumento del peso, in quanto avvia la lipogenesi, processo metabolico che porta l’organismo ad immagazzinare grassi, piuttosto che ossidarli e utilizzarli in modo migliore.

Ecco perchè si dice che una persona magra   “brucia” di più rispetto ad una persona grassa. Quindi se il consumo di glucidi complessi riduce l’iperinsulinemia di conseguenza contrasta l’aumento di peso e avvia il dimagrimento.

Call Now Button